Le Vie di Trapani

Cosa Vedere

Tra mito e leggenda

castello-68Trapani è una città con storia millenaria che affonda le sue radici nella leggenda: le origini elimo-puniche la vedono nascere come porto di Erice e villaggio di pescatori.

Per la sua caratteristica forma, una falce sul mare, i Greci la chiamarono Drepanon, i Romani Drepanum: è una città su due mari, collocata come è su una lingua di terra che si affaccia a nord sul Mar Tirreno e ad sud-ovest sul Mar Mediterraneo; la sua posizione ha favorito attività come l’estrazione ed il commercio del sale e la pesca e la lavorazione del corallo.

Cosa vedere a Trapani?

gesuiti-per-web-1Percorrendo il centro storico si leggono i segni delle varie dominazioni, nel più antico QUARTIERE CASALICCHIO di ispirazione arabeggiante nel Quartiere Ebraico con il Palazzo della Giudecca,nei ruderi medievali del Castello di Terra, nel Castello di Mare o Colombaia. Magnifico il barocco Palazzo Senatorio o Cavarretta con accanto la Torre dell’orologio di origini duecentesche.

Altri inni al barocco siciliano sono la sono la Cattedrale di San Lorenzo , le chiese delPurgatorio e del Collegio dei Gesuiti appena restaurata .Da visitare il Palazzo Riccio di San Gioacchino segno della dominazione spagnola.

loggia-immagine-web-1Molto piacevole una passeggiata nel salotto pedonale della città, nel Corso Vittorio Emanuele, nell’antica Loggia,nella via Garibaldi, nel caratteristico Mercato del Pesce. Lungo la Via Torre Arsa, si apre la Piazzetta Saturno, dove è possibile ammirare la Fontana di Saturno e la chiesa di Sant’Agostino caratterizata da un portale gotico con uno splendido rosone. Poco distante dal centro storico sorgono il Santuario dell’Annunziata e il Museo Pepoli che permette la riscoperta della pittura, della scultura e delle arti figurative della città di Trapani,in particolare le opere in corallo, maioliche, oro, argento e sculture presepiali.

A Sud della città, le saline attorno alla Via del Sale, con i suoi cinque mulini e il Museo del Sale con la Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e Paceco. Al sorgere del sole e al tramonto le saline e le isole Egadi fanno da scenario sul mare di sud- ovest con colori emozionanti.

Durante il periodo pasquale da non perdere la celebre processione dei Misteri, composta da diciotto gruppi statuari, in legno tela e colla dei secoli XVII e XVIII, rievocanti episodi della passione di Cristo.

Da Trapani,anche mediante una modernissima telecabinovia, che fa godere una vista mozzafiato, ancor più bella al tramonto, sulla città, sulle saline e sulle isole Egadi, si puo’ visitare Erice sulla sommità del Monte San Giuliano.

Cosa mangiare a Trapani?

La gastronomia locale è il frutto dello squisito incontro tra le cucine italiana, siciliana e orientale: le sue specialità sono il couscous di pesce, la pasta con le sarde, i piatti a base di tonno, le arancine di riso, le panelle, i gelati e le granite, i dolci di mandorla e di ricotta.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin